NICKEL FREE ?

 NICKEL FREE O NICKEL TESTED?


NICKEL FREE O NICKEL TESTED?

Spesso troviamo sui prodotti queste due diciture, ma quale di queste è corretta? Il Nickel è un elemento considerato dannoso per la salute al di sopra di una determinata soglia ed è presente in una grande quantità di prodotti come bigiotteria, tessuti, cosmesi. La dicitura Nickel Free in realtà non è tecnicamente corretta perché le  analisi di laboratorio non possono assicurare che la presenza di Nickel in quel prodotto sia pari a zero. Quindi è più corretto dire che un prodotto è “Nickel tested”, cioè presenta una soglia inferiore a quella ritenuta dannosa e di conseguenza non comporta alcun pericolo per la salute.

Le norme che regolano la presenza di Nickel sono:

• Regolamento (CE) n. 1907/2006 (c.d. Regolamento Reach) – artt. 67-73 e Allegato XVII, n. 27

• D. Lgs. 14 settembre 2009, n. 133 – art. 16 (Disciplina sanzionatoria Regolamento REACH)

• Norma EN 1811:2011 Metodo di prova di riferimento per il rilascio di nichel da tutti gli assemblati che vengono inseriti in parti perforate del corpo umano e da articoli destinati a venire in contatto diretto e prolungato con la pelle

• Norma EN 12472:2009 Metodo per la simulazione dell’usura e della corrosione per la determinazione del rilascio di nichel da articoli ricoperti
In queste norme vi è evidenziata anche la quantità di Nickel dannosa per la salute e alla quale fa riferimento la dicitura “Nickel tested”.

Questo articole è stato pubblicato in News dal Mondo Il .

Commenti

    Non ci sono commenti sotto questo post.

Invia commento